Riso venere con seppie e piselli

12417685_909569922472994_1825327983674252919_n

Il riso Venere è particolarmente apprezzato per il suo sapore,colore e  per le sue proprietà nutritive tra cui il fosforo calcio, ferro, zinco e selenio.Si presta bene a essere cucinato in diversi modi,ottimo gustato nelle insalate fredde estive con pesce e verdure.Per una corretta cottura del riso venere si consiglia di  immergerlo nell’acqua salata e poi iniziare la cottura,a differenza degli altri tipi di riso ,questo richiede tempi più lunghi 35/40 minuti di cottura,solo allora il chicco rimane morbido.

Ingredienti per 4 persone

280g riso Venere
300g seppioline
100g piselli
2 cucchiai di passata di pomodoro
2 cucchiai di olio
1 scalogno
mezzo bicchiere di vino bianco

Procedimento

Porre in una pentola con acqua fredda e salata il riso Venere,portare a ebollizione e cuocere per 35/40 minuti dal bollore.In una pentola capiente tritare lo scalogno e unirlo all’olio,soffriggere per alcuni minuti, aggiungere le seppioline lavate,pulite e tagliate a striscioline e dopo alcuni minuti bagnare con il vino bianco,sfumare e coprire con un coperchio.Far cuocere per 10 minuti,poi unire la passata i  piselli,salare e continuare la cottura per altri 1o minuti.Spegnere e tenere da parte. Scolare il riso e aggiungerlo al condimento di seppie e piselli,farlo saltare per alcuni minuti.Servire ben caldo.

12321236_909657575797562_8977803616920617982_n

 

 

Chiacchiere di carnevale

12494974_909569829139670_7381116327433044824_n

Manca poco a carnevale e così ho deciso di portarmi avanti preparando le chiacchiere,da noi a Bergamo in dialetto si chiamano  Saltasù, molto buone identiche alle glutinose.Oggi mio marito dopo averle assaggiate  pensava fossero con glutine.Sono le chiacchiere preferite di mia figlio, la ricetta è  della fantastica Olga del Blog  Un cuore di farina. E’ un dolce leggero e friabile che soddisfa il palato di tutti.Ho eseguito la ricetta Quì  passo per passo con gli stessi ingredienti e procedura.

Ingredienti

300g  Mix  Farina senza glutine
3 uova
50g burro
40g zucchero
4 cucchiai di grappa
zucchero a velo senza glutine
olio  per friggere

Procedimento

Anche io come Olga per comodità ho messo tutto nel Bimby,ma si può benissimo impastare a mano o con una planetaria

12573138_909569472473039_2450108955584788154_n

Formare  un panetto e coprirlo con un telo e far riposare per mezz’ora

12548938_909569515806368_5093225330373059002_n

Trascorso il tempo di riposo, ho steso l’impasto con la macchinetta( la spiegazione dettagliate la trovate nel link di Olga) Quì e formato le chiacchiere

12524051_909569545806365_4995522850084523590_n

che poi ho fritto nell’olio bollente, rigirarle ogni tanto e dopo averle tolte dall’olio appoggiarle su carta da cucina per farle asciugare e spolverarle di zucchero a velo.

Gnocchi di patate e gambi di carciofo con pomodorini cipolla di tropea e cialda di grana

12541000_909103635852956_307885569095392815_n

Ho approfittato della stagione invernale per poterli
gustare e cucinare al meglio,i carciofi  hanno poche
calorie,sono gustosi e hanno una buona quantità
di ferro,calcio,fosforo e magnesio. 
Si possono consumare crudi conditi con olio
e limone oppure cucinati in tanti modi abbinandoli
ai primi oppure a portate di carne e pesce e dalla serie
non si butta nulla,io oggi ho impastato gli gnocchi
con patate e i gambi di carciofo frullati,che ritengo
molto buoni e conditi con un sughetto semplice di
cipolla di tropea e pomodorini.

Ingredienti per 4 persone

200g di patate già cotte e passate
100g di gambi di carciofo cotti e frullati
100g farina per pane e pasta senza glutine
1 tuorlo     un pizzico di sale

Condimento

2 cucchiai di olio evo
8 pomodorini
mezza cipolla di tropea tagliata a listarelle
sale

Procedimento

Pulire i gambi dei carciofi dalla parte dura e dai 
filamenti,tagliarli a pezzi e cuocerli nell’acqua fino
fino a quando diventano morbidissimi, frullarli e
renderli a purea,tenere da parte.
Lessare  le patate e una volta cotte passarle nello
schiacciapatate,unire la purea dei gambi di carciofo
il tuorlo  e la farina con un pizzico di sale.
Amalgamare il tutto e impastare gli gnocchi  
tagliandoli in tanti tocchetti e con le mani formate
delle piccole palline,spolverare con la farina lasciare
riposare.
Affettare una metà di cipolla di tropea a listarelle
tagliare a metà i pomodorini e farli saltare in 
pentola con l’olio per alcuni minuti,salare.
Preparare la cialda,mettere sul fuoco un tegame
piccolo a antiaderente,scaldarlo bene e aggiungere
tre cucchiai di grana e con una paletta o il dorso 
di un cucchiaio,schiacciare bene la forma,far 
fondere per bene il grana e lasciare cuocere
per alcuni minuti fino a quando la cialda
diventa dorata,togliere dal fuoco e adagiarla
su un piatto,lasciare raffreddare e unirla al
piatto finale.

Nel frattempo mettere sul fuoco una pentola 
con acqua salata e quando bolle buttare gli
gnocchi,sono pronti quando vengono a galla.
Scolarli e unirli al condimento,guarnire il 
piatto con una cialda di grana. 

 

 

 

 

Insalata mista con mozzarelline impanate fritte

11709315_818817291548258_8768754881335139027_n
Ho preparato un’insalata mista fresca
con mozzarelline impanate e fritte.
E’ un piatto sfizioso ed è una ricetta
che si prepara in poco tempo.
Ho pulito e lavato le insalate miste
rucola,radicchio rosso, lattuga
soncino,pomodoro e carote.
Ho tagliato le carote a julienne
il radicchio a striscioline,mentre
per le altre insalate ho lasciato 
la fogliolina intera.
Ho trasferito le verdure in una
insalatiera e ho condito con olio
sale e aceto,oppure con del succo
di limone.
Nel frattempo ho asciugato bene
le mozzarelline dall’acqua di 
conservazione,ho preso una 
mozzarellina l’ho passata nella
farina senza glutine,poi nell’uovo
sbattuto e per finire nel pane grattugiato
senza glutine.Friggere le mozzarelline
nell’olio ben caldo,asciugarle su carta
assorbente da cucina,salare e lasciare
raffreddare poi aggiungerle all’insalata
mista e servire.

 

Premio Tag Blog Dardos

premio-dardos1

Premio Dardos

Ringrazio Mi…seplicemente ,  narrabondo,  Dora , Giuseppe  e  Stefania  e Michelaper avermi assegnato questo premio che
ringrazio con il cuore.
Il premio venne assegnato per la prima volta nel 2008 dallo scrittore
spagnolo Alberto Zambade a 15 Blog da lui selezionati. Da allora questo premio si
sta diffondendo in tutto il mondo a rappresenta un riconoscimento ad ogni 
Blogger per l’impegno a trasmettere valori culturali,etici. letterari  e persona.
Una volta ricevuto questo premio,bisogna seguire queste regole:
Mostrare l’immagine del premio
Ringraziare chi ti ha nominato
Nominare 15 blogger
Avvisarli tramite messaggio

 Il premio lo assegno a tutti i blog che mi seguono e lascio

libera scelta di poterlo fare.

 

 

 

 

 

Torta tiramisù

12573707_906727096090610_7489086209706278364_n

Il Tiramisù è un dolce classico che piace a tutti  ci sono diversi modi di presentarlo
c’è chi lo prepara con la frutta,chi senza uova e chi come me che al posto dei savoiardi
lo prepara  con il pandispagna.Ci sono mille varianti per gustarlo e oltre ad essere
buonissimo è anche veloce da preparare.Io ho pastorizzato le uova per sentirmi più
sicura a consumarlo,basta aggiungere ai tuorli uno sciroppo di acqua e zucchero
a temperatura di  121°gradi ed è fatto.
Ho preparato un pandispagna per una forma di 26 cm con 6 uova,180g di zucchero
180g farina senza glutine,mix c schar, la ricetta è sempre della mitica Tania  1 bustina
di lievito consentito e buccia di limone grattugiata.
Ho eseguito per segno la sua ricetta montando le uova e lo zucchero con un
semplice frullino o la planetaria fino a renderle belle spumose e chiare,io
con un frullino ho impiegato 15 minuti.A questo punto ho aggiunto,a mano
la farina setacciata con il lievito e la buccia grattugiata di un limone,girando
dal basso verso l’alto per non smontare il composto.Ho imburrato la teglia
e ho versato il composto,messo in forno statico a  170/180 gradi per mezz’ora.
Una volta pronto l’ho lasciato raffreddare e poi rovesciato su un piatto e
come consiglia Tania l’ho coperto con un telo per tutta la notte per far sì
che si possa asciugare e  tagliare bene.
Il pandispagna l’ho preparato la sera prima per poterlo farcire il giorno
dopo. Mentre per la farcia ho usato 500g di mascarpone, 3tuorli, 100g
zucchero semolato,25 g di acqua e 6g di gelatina in fogli senza glutine
3 cucchiai di latte,cacao amaro senza glutine e caffè per bagnare il pandispgna.
Ho pastorizzato le uova come le prepara Francy  mettere i tuorli a montare
con 50g di zucchero, nel frattempo in un pentolino aggiungere l’acqua
e il restante 50g di zucchero,portare a bollore di 121° sempre mescolando
io non avevo il termometro e quando ho visto le bolle belle grandi era pronto.
L’ho lasciato leggermente intiepidire e poi unito, sempre montando ,ai tuorli
fino a raffreddamento.
Unire  il mascarpone e amalgamare  bene e tenere da parte.
Nel frattempo mettere nell’acqua fredda e lasciare in ammollo per 10 minuti
i fogli di gelatina.Intanto scaldiamo i 3 cucchiai di latte e quando inizia a bollire
spegnere il fuoco,unire la gelatina ben strizzata dall’acqua e mescolare fino a 
quando si sia sciolta completamente,Aspettare che si raffreddi e unirla alla farcia
di mascarpone,mettere in frigo per 15 minuti circa.
Ho scaldato il caffè con la moka per  3 persone e una volta pronto ho unito  2 cucchiai
di latte per bagnare il pds.
Ho tagliato il pandispagna con un coltello,ho inserito un disco nel cerchio apribile che
ho usato per cuocere il pds,servirà a tenere ben unito il dolce.Bagnare leggermente lo strato
 del pandispagna con il caffè e latte,distribuire metà della crema di mascarpone e spolverare
con il  cacao amaro.
Coprire con il secondo disco,bagnare con il caffè e latte e farcire con il resto della crema di
mascarpone.Spolverare di cacao amaro e mettere in frigo tutta la notte.
Il giorno dopo sfilare il cerchio apribile e servire la torta tiramisù con un ciuffetto di
panna montata.

1426327_906727132757273_8906150271774071007_n

 

Vermicelli di soia con Daikon verdurine gamberi e salsa di soia

12573054_906153902814596_6971201688836025881_n

Oggi mi andava di cucinare così un pò all’orientale, i vermicelli di soia
e il Daikon li avevo appena presi al supermercato, e ho trovato pure la salsa
di soia senza glutine, le verdure le avevo già in casa pronte da cuocere, i gamberi
erano freschi presi in pescheria,così mi sono messa ai fornelli con tutti i miei
ingredienti e ho iniziato a cucinarli.
Il Daikon

12523185_906185802811406_4731562921583968447_n

Il Daikon, chiamato anche ravanello cinese o giapponese
da alcuni anni viene prodotto anche in Europa,è una radice
commestibile e dalla forma simile alla carota.E’ diuretico
drenante , depurativo , digestivo.In cucina viene consumato
nelle preparazioni di insalate,minestre ,zuppe e stufati.Il
sapore è simile al nostro ravanello ma meno piccante e
più delicato.
E’ un’ottimo alleato alla dieta scioglie i depositi di grasso
in eccesso.

Ingredienti per 4 persone

3 matassine di  vermicelli di soia senza glutine 150g
1 carota  1 zucchina 1 porro
40g germogli di soia freschi
30g salsa di soia senza glutine
olio
sale

Preparazione

Tagliare le verdure a julienne,lavare e pulire  i gamberi dal filo nero(intestino).
Prendere una pentola capiente e unire 2 cucchiai di olio e il porro,scaldare
per alcuni minuti poi aggiungere i gamberi e cuocere fino a farli diventare
dorati,aggiungere ora tutte le altre verdure,cuocere per alcuni minuti
aggiungere la soia e mescolare il tutto bene e salare .
Mettere sul fuoco una pentola con acqua salata,portare a ebollizione,poi
rimuovere dal fuoco e aggiungere i vermicelli di soia lasciandoli in ammollo
per poco tempo all’incirca 3 minuti sino a che diventano morbidi e
traslucenti,una volta ammorbiditi potete tagliarli con la forbice se
sono troppo lunghi.
Scolarli e passarli sotto l’acqua,onde evitare che si rapprendano,unirli
al condimento precedentemente cucinato,scaldarli e impiattare.

 

Vermicelli di soia senza glutine

1923772_900801743349812_1302999880322711646_n

Salsa di soia senza glutine

12508858_904246896338630_1488931366465589809_n

 

 

 

 

 

 

 

Gnocchi di patate al limone

12540798_905684346194885_5861390508805114361_n

Gli gnocchi di patate profumati al limone sono una ricetta velocissima da preparare.
Un piatto semplice dal sapore fresco e delicato,aromatizzato dalla scorza di limone
grattugiata e dalla panna. Ho avuto l’occasione di poterli provare da un’amica
 che li prepara spesso  e posso dire che mi sono piaciuti tantissimo.

Ingredienti per gli gnocchi per 4 persone

300g  patate già sbucciate
100g farina per pane o pasta senza glutine(la dose della farina dipende
dalla resa delle patate,meglio aggiungerne sempre poca per far sì che
gli gnocchi  rimangano morbidi)
1 uovo
un pizzico di sale

Condimento

 succo di mezzo limone
scorza grattugiata di un limone e alcune tagliate a julienne
30g  di burro
200g panna da cucina
prezzemolo tritato
sale

Procedimento

Ho impastato  gli gnocchi con 300g di patate schiacciate e passate
100g di farina senza glutine per pane o pasta,(la dose della farina dipende
dalla resa delle patate,meglio aggiungerne sempre poca per far sì che gli gnocchi
rimangano morbidi) e salare.Impastato gli ingredienti formando dei rotoli
tagliati a pezzetti e formato gli gnocchi.
Far cuocere l’acqua salata in una pentola capiente e appena bolle tuffiamo
gli gnocchi e quando vengono a galla li preleviamo con un mestolo forato.
In una pentola far fondere il burro,unire la scorza grattugiata del limone
il succo e la panna,salare e cuocere per alcuni minuti.
Prendere alcune scorze di limone tagliate a julienne e scaldarle in un
pentolino antiaderente per alcuni minuti,serviranno a guarnire il piatto.
Amalgamare  gli gnocchi pronti al condimento del limone e panna
mescolare e impiattare con una spolverata di prezzemolo tritato e
formaggio grattugiato.

 

 

 

Torta pere e ricotta

12439055_904978602932126_3361184452292152067_n

La torta di pere e ricotta è una torta fresca e dal sapore delicato e adatta
a tutte le stagioni.
E’ un dolce composto da due dischi di pasta biscotto con una farcia saporitissima
e delicatissima ricotta,  panna e pere caramellate,una goduria per il palato.
E’ una ricetta che richiede un pò di tempo per la preparazione,ma vi assicuro
che ne vale la pena.Ho eseguito la ricetta  del Blog Tania senza glutine  con molto
successo,come tutti i suoi dolci che lei prepara, ho sostituito la ricotta di bufala con
quella di pecora  cremosa e soffice ideale per i dolci dove la ricotta è l’ingrediente
principale del tipo la Pastiera,il Cheesecake, i Cannoli siciliani .Ricotta e pere e tutti
quei dolci che la richiede.
 Vi posto la ricetta e  il procedimento che ho eseguito alla lettera 🙂

http://taniasenzaglutine.blogspot.it/2012/01/la-mia-ricotta-e-pere.html?m=1

12507124_904978626265457_562772094973147583_n

 

 

Rugelach salati

1916007_902701306493189_2373953028339834039_n

I Rugelach sono dei mini cornetti salati, ideali per un’aperitivo e farciti con
erbe aromatiche, pesto di pomodori secchi, filetti di alici spezzettati,patè di
olive, salmone e tanto altro, basta un pò di fantasia e il gioco è fatto.
Piacciono tanto a tutti e quando li preparo spariscono in un baleno.
Io li avevo preparati anche in versione dolce

https://dolceesalatosenzaglutine.wordpress.com/2015/04/18/rugelach-ai-lamponi/

L’impasto  dei Rugelach  è un tipo di finta pasta sfoglia  particolarmente friabile e
decisamente calorica, per l’elevata quantità  di burro  in ricetta, ma una volta
ogni  tanto si può osare 🙂

Ingredienti per circa 20 Rugelach

200 g di burro freddo
200g formaggio cremoso io il panetto della Phiadelphia
200g farina Bi-Aglut per pane e pasta lievitata Senza Glutine
un pizzico di sale
ripieno a piacere
1 albume per spennellare
semi di sesamo e papavero per guarnire

Procedimento

La sera prima impastare tutti gli ingredienti e formare un panetto
coprire con la pellicola trasparente e mettere in frigo.
La mattina dopo, riprendere l’impasto e stenderlo su un piano di lavoro
leggermente infarinato, stendere 2 dischi di forma rotonda di circa
mezzo centimetro di altezza,ricavare dei triangoli, spalmarli nel
modo che più si preferisce e avvolgerli come se fossero dei croissant.
spennellarli con un albume,cospargerli con semi di papavero o di sesamo
e infornarli a 180° per 20 circa 20 minuti.